Slideshow shadow

“Amelia vuole un cane” di Tim Bowley e André Neves

marzo 23, 2017 in Letteratura per l'infanzia da Beatrice Orini

amelia vuole un cane

“Amelia vuole un cane” di Tim Bowley e André Neves (Kalandraka)

«Papà» – disse lei – «stavo pensando…»
Il padre sospirò.
«Quando Amelia pensa,
vuol dire che arrivano i problemi», si disse.

La piccola Amelia vuole un cane. Ma a volte è molto difficile convincere i grandi… Per soddisfare il suo desiderio e inseguire un lieto fine, Amelia ci accompagna dentro i colori e le meraviglie della fantasia.

Un viaggio inatteso da cui non si può non tornare sorridendo.

Condividi: Email this to someoneShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on Pinterest

“L’arabo del futuro. Una giovinezza in Medio Oriente (1978-1984)” di Riad Sattouf

marzo 9, 2017 in Graphic novel da Beatrice Orini

L'arabo del futuro

“L’arabo del futuro” di Riad Sattouf (Rizzoli Lizard)

“Mi chiamo Riad. Nel 1980 avevo due anni ed ero un uomo dei sogni.”

Riad, nato a Parigi da mamma francese e papà siriano, è un bambino dai lunghi capelli biondi alla Brigitte Bardot abituato a sentirsi irresistibile. A causa del lavoro di docente universitario del padre, la cui ossessione era dare un’istruzione agli arabi, l’unico modo per uscire dall’oscurantismo relgioso, Riad trascorre l’infanzia nella Libia di Gheddafi e nella Siria di Hafiz Al-Asad, con piccole pause in Bretagna dai nonni materni.

Attraverso lo sguardo ingenuo di Riad bambino e il tratto incantevole di Riad disegnatore, una cronaca di piccoli e grandi avvenimenti, dove le vicende familiari s’intrecciano a quelle storiche. Un libro molto premiato, pieno di humor e delicatezza.

Condividi: Email this to someoneShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on Pinterest

Otto marzo: dal mito della morte nasce la festa

marzo 7, 2017 in Approfondimenti, Recensioni da Roberta Basche

otto marzo gissiIl libro della storica Alessandra Gissi, docente di Storia Contemporanea all’Università degli Studi di Napoli Orientale, Otto marzo, Viella Libreria editrice (pp. 96, con illustrazioni) percorre le origini della festa internazionale della donna e i legami della ricorrenza, nel corso della storia, con aspetti fondamentali della lotta delle donne per il diritto di voto, per la parità salariale, per il divorzio, per l’interruzione della gravidanza.

Quali le origini della festa?

“Non esiste una narrazione condivisa” scrive l’autrice. In Italia le origini dell’8 marzo vengono legate ad un incendio occorso nel 1908 in una fabbrica di abbigliamento femminile a New York in cui persero la vita 146 operaie. L’incendio in realtà avvenne il 25 marzo e non l’8, nel 1911 e non nel 1908. Sebbene non vi sia una reale connessione tra questo episodio e la nascita della festa internazionale della donna, il mito perdura e come testimoniò Marisa Rodano: “Che l’8 marzo si fondi su una leggenda prova che quella giornata scaturisce da qualcosa di molto profondo”, come riporta Alessandro Portelli in Calendario Civile. Leggi il resto di questa voce →

Condividi: Email this to someoneShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on Pinterest

Paterson di Jim Jarmusch

febbraio 28, 2017 in Cinema da Marco Castelli

paterson1Otto giorni di vita di un autista di autobus nella cittadina di Paterson, New Jersey: un uomo che si chiama come la sua città (Adam Driver), sua moglie (Golshifteh Farahani) che passa le giornate a dipingere le tende, vende dolci al mercato della domenica e pensa di diventare una chitarrista country ed infine il cane, Marvin, antipatico ma obbediente. Chiaramente anche una scatola di fiammiferi “Ohio Blue Tip” in cucina.  Sono questi gli elementi principali della trama di quest’opera, presentata al Festival di Cannes, del regista Jim Jarmusch, peso massimo del cinema indipendente americano e fondatore del cinema minimalista, celebre per le opere nelle quali sviluppa una poetica della relazione tra il posto del soggetto ed il contesto, creando personaggi a disagio nell’accettazione del rapporto con ciò che li circonda. Leggi il resto di questa voce →

Condividi: Email this to someoneShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on Pinterest

“Se vuoi vedere una balena” di Julie Fogliano e Erin E. Stead

febbraio 23, 2017 in Letteratura per l'infanzia da Beatrice Orini

se vuoi vedere una balena

“Se vuoi vedere una balena” di Julie Fogliano e Erin E. Stead (Babalibri)

“Se vuoi vedere una balena
ti servirà una poltrona non troppo comoda
e una coperta non troppo morbida
perché gli occhi sonnolenti non vedono balene
e le balene non aspettano di essere viste.”

L’attesa paziente di un bimbo, un cane e un uccellino svela come esaudire un sogno grande e insolito.
Suggerimenti buffi e tratti lievi per ravvivare la fantasia e l’animo…  Consigliato non solo se vuoi vedere una balena!

Condividi: Email this to someoneShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on Pinterest

Il segreto del tasso [8]

febbraio 10, 2017 in Letteratura da Silvano Danesi

tassoPer il vecchio druida venuto dal Nord trascorsero molti giorni sereni in compagnia degli abitanti del villaggio, ai quali raccontava della sua vita in un mondo lontano, non solo per la distanza, ma per gli usi e i costumi.

Un mattino Gwydd si svegliò più presto del solito. Il villaggio era in fermento. Nella case fervevano i preparativi per una giornata che si annunciava speciale. Il cielo era carico di nuvole e la pioggia era battente, incessante, sin dalle prime ore della notte.

Ka Ra Nos, il nume locale che tutelava la fertilità dei campi, ancora una volta, nel giorno a lui dedicato, aveva assicurato pioggia abbondante. Una pioggia che puliva l’aria, nutriva la terra, incitava i semi nascosti nelle zolle a compiere il miracolo che ogni anno si rinnovava e che vedeva sui campi, in pochi giorni, spuntare erbe nuove, nuovi fiori, per una nuova stagione di vita, dopo il lungo sonno dell’inverno.  Leggi il resto di questa voce →

Condividi: Email this to someoneShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on Pinterest

Nessuna libertà, nessuna uguaglianza, nessuna fraternità

febbraio 10, 2017 in Approfondimenti, Crisi da Mario Baldoli

sfide società multietnicaDiceva Gandhi: Dobbiamo imparare a vivere più semplicemente perché gli altri semplicemente possano vivere.  Lo riprende la Fondazione Piccini nel suo ultimo documento Le sfide di una società multietnica: Se c’è per me, ci deve essere per tutti.

In dieci pagine, la Fondazione analizza come la globalizzazione ha creato un mondo spaccato in due, in cui i 2/3 dell’umanità soffrono. La globalizzazione si è realizzata secondo un modello neo-liberale che compromette la sicurezza e la stabilità mondiale perchè fonda tutto sul diritto assoluto e speculativo del denaro. Questo denaro crea continuamente guerre responsabili dei flussi migratori che investono popoli interi, li sradica dalla loro terra, ne distrugge i corpi, lo spirito, l’identità.  Leggi il resto di questa voce →

Condividi: Email this to someoneShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on Pinterest

“Basilicò” di Giulio Macaione

febbraio 9, 2017 in Graphic novel da Beatrice Orini

Basilicò “Sono stata una madre severa, ma sono riuscita a farmi volere bene.
Il segreto? La mia cucina, ovviamente. Li ho sempre presi per la gola.
Il segreto della mia cucina? Il mio basilico.”

A Palermo, cinque fratelli ormai adulti si preparano a festeggiare il compleanno della loro mamma Maria, donna di chiesa rispettabile e insuperabile cuoca.

In un alternarsi avvicincente di presente e passato, di inquadrature singole e ampie rappresentazioni della famiglia Morreale, un segreto al sapore di basilico si svela piano piano.

Condividi: Email this to someoneShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on Pinterest

“Sottobraccio”, i nuovi racconti di Enrico Gandolfini

gennaio 23, 2017 in Recensioni da Piera Maculotti

SottobraccioAfferrarla non è sempre facile. La vita va di fretta, corre distratta… Eppure a volte succede; si riesce ad accostarla, a rallentarne la corsa; magari persino a prenderla Sottobraccio. Così – lentamente, e con la confidenza che dà la vicinanza – si scoprono cose nascoste: segreti o misteri, anche piccoli e lievi…

È così per il nuovo (ottavo) libro di Enrico Gandolfini, dove undici diversissimi racconti accompagnano il lettore – “Sottobraccio” (BookSprint pp.120 €15.90) – dentro scenari narrativi sempre nuovi dove la realtà quotidiana s’intreccia alla sorpresa, a qualche luce inattesa…  Leggi il resto di questa voce →

Condividi: Email this to someoneShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on Pinterest

“Rosso come l’amore” di Valentina Mai

gennaio 23, 2017 in Letteratura per l'infanzia da Beatrice Orini

rosso come l'amore

“Rosso come l’amore” di Valentina Mai (Kite Edizioni)

“Da principio semplicemente aspettavo che arrivassi.”

Dentro pagine essenziali ed incisive, il lungo rosso volo di un uccellino alla ricerca dell’amore.
Perché per trovare l’amore bisogna innanzitutto cercarlo.

Condividi: Email this to someoneShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on Pinterest