Slideshow shadow

“Se vuoi vedere una balena” di Julie Fogliano e Erin E. Stead

febbraio 23, 2017 in Letteratura per l'infanzia da Beatrice Orini

se vuoi vedere una balena

“Se vuoi vedere una balena” di Julie Fogliano e Erin E. Stead (Babalibri)

“Se vuoi vedere una balena
ti servirà una poltrona non troppo comoda
e una coperta non troppo morbida
perché gli occhi sonnolenti non vedono balene
e le balene non aspettano di essere viste.”

L’attesa paziente di un bimbo, un cane e un uccellino svela come esaudire un sogno grande e insolito.
Suggerimenti buffi e tratti lievi per ravvivare la fantasia e l’animo…  Consigliato non solo se vuoi vedere una balena!

Condividi: Email this to someoneShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on Pinterest

Il segreto del tasso [8]

febbraio 10, 2017 in Letteratura da Silvano Danesi

tassoPer il vecchio druida venuto dal Nord trascorsero molti giorni sereni in compagnia degli abitanti del villaggio, ai quali raccontava della sua vita in un mondo lontano, non solo per la distanza, ma per gli usi e i costumi.

Un mattino Gwydd si svegliò più presto del solito. Il villaggio era in fermento. Nella case fervevano i preparativi per una giornata che si annunciava speciale. Il cielo era carico di nuvole e la pioggia era battente, incessante, sin dalle prime ore della notte.

Ka Ra Nos, il nume locale che tutelava la fertilità dei campi, ancora una volta, nel giorno a lui dedicato, aveva assicurato pioggia abbondante. Una pioggia che puliva l’aria, nutriva la terra, incitava i semi nascosti nelle zolle a compiere il miracolo che ogni anno si rinnovava e che vedeva sui campi, in pochi giorni, spuntare erbe nuove, nuovi fiori, per una nuova stagione di vita, dopo il lungo sonno dell’inverno.  Leggi il resto di questa voce →

Condividi: Email this to someoneShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on Pinterest

Nessuna libertà, nessuna uguaglianza, nessuna fraternità

febbraio 10, 2017 in Approfondimenti, Crisi da Mario Baldoli

sfide società multietnicaDiceva Gandhi: Dobbiamo imparare a vivere più semplicemente perché gli altri semplicemente possano vivere.  Lo riprende la Fondazione Piccini nel suo ultimo documento Le sfide di una società multietnica: Se c’è per me, ci deve essere per tutti.

In dieci pagine, la Fondazione analizza come la globalizzazione ha creato un mondo spaccato in due, in cui i 2/3 dell’umanità soffrono. La globalizzazione si è realizzata secondo un modello neo-liberale che compromette la sicurezza e la stabilità mondiale perchè fonda tutto sul diritto assoluto e speculativo del denaro. Questo denaro crea continuamente guerre responsabili dei flussi migratori che investono popoli interi, li sradica dalla loro terra, ne distrugge i corpi, lo spirito, l’identità.  Leggi il resto di questa voce →

Condividi: Email this to someoneShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on Pinterest

“Basilicò” di Giulio Macaione

febbraio 9, 2017 in Graphic novel da Beatrice Orini

Basilicò “Sono stata una madre severa, ma sono riuscita a farmi volere bene.
Il segreto? La mia cucina, ovviamente. Li ho sempre presi per la gola.
Il segreto della mia cucina? Il mio basilico.”

A Palermo, cinque fratelli ormai adulti si preparano a festeggiare il compleanno della loro mamma Maria, donna di chiesa rispettabile e insuperabile cuoca.

In un alternarsi avvicincente di presente e passato, di inquadrature singole e ampie rappresentazioni della famiglia Morreale, un segreto al sapore di basilico si svela piano piano.

Condividi: Email this to someoneShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on Pinterest

“Sottobraccio”, i nuovi racconti di Enrico Gandolfini

gennaio 23, 2017 in Recensioni da Piera Maculotti

SottobraccioAfferrarla non è sempre facile. La vita va di fretta, corre distratta… Eppure a volte succede; si riesce ad accostarla, a rallentarne la corsa; magari persino a prenderla Sottobraccio. Così – lentamente, e con la confidenza che dà la vicinanza – si scoprono cose nascoste: segreti o misteri, anche piccoli e lievi…

È così per il nuovo (ottavo) libro di Enrico Gandolfini, dove undici diversissimi racconti accompagnano il lettore – “Sottobraccio” (BookSprint pp.120 €15.90) – dentro scenari narrativi sempre nuovi dove la realtà quotidiana s’intreccia alla sorpresa, a qualche luce inattesa…  Leggi il resto di questa voce →

Condividi: Email this to someoneShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on Pinterest

“Rosso come l’amore” di Valentina Mai

gennaio 23, 2017 in Letteratura per l'infanzia da Beatrice Orini

rosso come l'amore

“Rosso come l’amore” di Valentina Mai (Kite Edizioni)

“Da principio semplicemente aspettavo che arrivassi.”

Dentro pagine essenziali ed incisive, il lungo rosso volo di un uccellino alla ricerca dell’amore.
Perché per trovare l’amore bisogna innanzitutto cercarlo.

Condividi: Email this to someoneShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on Pinterest

La Siria raccontata da un testimone combattente – Intervista a Davide Grasso

gennaio 20, 2017 in Approfondimenti, Crisi, Interviste da Sonia Trovato

davide grassoDavide Grasso, piemontese di 36 anni con un dottorato in filosofia e un consolidato attivismo politico, è rientrato da pochi mesi dopo un’esperienza da giornalista e combattente nelle YPG, le forze rivoluzionarie di protezione popolare che nel nord della Siria stanno resistendo all’Isis e agli altri gruppi reazionari. In occasione dell’incontro pubblico al Teatro San Carlino di Brescia, l’abbiamo raggiunto per farci illustrare il conflitto siriano e per farci lasciare una traccia della sua esperienza. Leggi il resto di questa voce →

Condividi: Email this to someoneShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on Pinterest

Il segreto del tasso [7]

gennaio 10, 2017 in Letteratura da Silvano Danesi

thumbnail_Sacerdote-druido La processione in onore di  Gwydd si snodò lentamente lungo l’impervio sentiero che congiungeva il fondo valle con la cima del monte dalle cui viscere gli uomini di Bar Ailt cavavano i minerali di rame.

Avanti a tutti, i druidi, con al centro Gwydd. Dietro le sacerdotesse e di seguito, in una lunga fila, l’intera popolazione.

Giunti sulla sommità del monte il corteo sostò nei pressi dell’altare di pietra. Gwydd fu fatto sedere e intorno a lui i druidi intonarono strofe di benvenuto. Al vecchio venuto da lontano furono offerti, simbolicamente, i prodotti del luogo: il pane di segala, il latte, formaggi, selvaggina e i pani di rame e di ferro, elementi essenziali della ricchezza locale. Leggi il resto di questa voce →

Condividi: Email this to someoneShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on Pinterest

Francofonia, l’elegia firmata da Sokurov

gennaio 10, 2017 in Cinema da Marco Castelli

francofonia 2 “Dovremo navigare per sempre e vivere per sempre” sussurra Sokurov davanti alla Neva, agitata ed infinita come un mare, che circonda l’Hermitage negli ultimi fotogrammi di Arca Russa e quasi idealmente sembra ripartire da quell’affermazione il regista che – all’inizio di Francofonia – prova a chiamare un suo amico capitano della marina mercantile, un amico che, come gli altri personaggi del film, ha continuato a vivere, a navigare, nelle intemperie della storia, che si susseguono come le onde dell’oceano: tutte uguali e ciascuna con una propria voce. Leggi il resto di questa voce →

Condividi: Email this to someoneShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on Pinterest

“Zero e Uno” di Biro

gennaio 9, 2017 in Graphic novel da Beatrice Orini

zero e uno

“Zero e Uno” di Biro (MalEdizioni)

«Tu cosa dici? Cosa devo fare, amico mio?»
«Devi farlo, Geremia… O resterai solo per sempre!»

Fin dove può spingersi un bambino per farsi accettare dai suoi (crudeli) coetanei? Lo racconta Biro in una fiaba noir, dove il piccolo Geremia Zero (zero non solo nel cognome, gli diranno il maestro e i compagni) insieme al suo cagnolino di pezza Uno (ti chiamerò uno! Perché sei il numero uno!) farà, spaventato, una scelta feroce.

Un susseguirsi emozionante di tavole, realizzate con tratto abilissimo e straordinari colori.

Condividi: Email this to someoneShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on Pinterest